Si aggrava sempre di più la situazione delle riserve idriche a causa della prolungata mancanza di pioggia sul nord-ovest italiano. I livelli idrometrici di tutti i fiumi e laghi sono sotto i limiti di sicurezza ed anche i torrenti hanno enormemente ridotto la loro portata.

Ma il problema si accentua quando osserviamo il sottosuolo, quando la superficie di falda ovvero la linea di separazione che c’è tra il terreno secco e quello saturo di acqua si abbassa sensibilmente. Questa superficie corre sotto le montagne, sotto le colline e sotto le pianure finché non incontra il mare. Quando l’acqua dolce incontra quella marina, l’acqua marina che è più densa tende a scorrervi sotto creando una superficie di separazione inclinata che da mare immerge verso l’entroterra.

Con i regimi pluviometrici normali questa superficie non varia sensibilmente nel tempo ma quando piove poco o nulla la falda di acqua dolce si abbassa in modo anomalo. A quel punto il mare riesce a guadagnare sempre più spazio verso l’interno andando a saturare di acqua salata quei terreni che normalmente sono invece intrisi di acqua dolce. Ciò avviene soprattutto in corrispondenza delle foci dei grandi fiumi, in primis del Po ma è accaduto anche per l’Adige.

Il cuneo salino risale per la diminuzione della portata di falda

L’avanzamento di questa superficie chiamata anche cuneo salino verso l’interno sta mettendo ad alto rischio l’agricoltura delle zone prossime ai litorali perché le radici delle piante rischiano di trovare acqua salata e quindi morire.

Si calcola che l’acqua salata sia riuscita a risalire il corso del fiume Po di ben 15 chilometri e la situazione peggiorerà ulteriormente col passare dei mesi. Ci sono purtroppo già precedenti simili, nel 2006 il cuneo salino risalì di 30 chilometri per ben 50 giorni.

In Liguria a pagarne le conseguenze è stato principalmente l’imperiese e poi Savona, ma lentamente il problema si sta propagando a tutta la regione; i principali bacini iniziano ad evidenziare la marcata carenza di acqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.