Lago della Busalletta

Il lago della Busalletta è un lago artificiale dell’Appennino ligure che si trova al confine tra la provincia di Alessandria e la città metropolitana di Genova tra i comuni di Fraconalto, Busalla, Mignanego e Ronco Scrivia.

Immissario ed emissario principale il Rio Busalletta.

Nelle acque del lago passa il confine tra Liguria (provincia di Genova) e il Piemonte (provincia di Alessandria), ma amministrativamente il lago appartiene alla Liguria.

La diga è alta 50 metri, ha tre scarichi: uno di superficie, uno di fondo ed uno di esaurimento, che in totale possono scaricare circa 290 mc al secondo. Lo scarico di superficie è costituito da 5 conci da cui l’acqua trabocca superata la quota massima d’invaso. Lo scarico di fondo è formato da una galleria in cui l’acqua va all’apertura di due paratie manovrabili. Lo scarico di esaurimento è invece una tubazione di acciaio con due saracinesche che permettono all’acqua di entrarci.

Il lago è posto a 441 m slm, ha una superficie di 0,3 kmq con una capacità massima di invato pari a 4,5 milioni di mc.

Un acquedotto partendo dal lago arriva a Mignanego dove l’acqua viene potabilizzata e immessa in rete. L’invaso venne costruito dal 1970 al 1977 dall’acquedotto Nicolay su progetto dell’ing. Giorgio Pietrangeli per avere un’ulteriore risorsa idrica oltre alla presa d’acqua fluente sul torrente Scrivia. Il bacino fornisce 340 litri al secondo per Genova e 30 litri al secondo per il comune di Busalla. La diga è del tipo a gravità con altezza 60 m e lunghezza di 220 m. Il serbatoio è profondo nel punto più basso 50 metri ed è esteso 0,3 chilometri quadrati. Nel lago ci sono soprattutto trote, cavedani, lucci, carpe e tinche.